Ghirovagando è un’Associazione di Promozione Sociale che non ha fini di lucro e opera esclusivamente per fini di solidarietà sociale. È nata alla fine del 2010 per opera delle persone che hanno gestito il Rifugio Le Fontanelle nella precedente gestione Boscaglia.

Ecco a voi i soci fondatori che gestori del Rifugio  Le Fontanelle.
Ci troverete lassù ai fornelli, a far legna, a impastare il pane, o alle prese con qualche altro lavoro da fare… ma comunque sempre pronti ad accogliervi con tutta l’ospitalità possibile.

silvana dalle langhe

silvana dalle langhe (ottimo il suo “bunin”)

mariavittoria dall'emilia

mariavittoria dall’emilia (tutto con pasta madre

io                                elena da sesto fiorentino

mauro, milanes de la rumegna               elena da sesto fiorentino..  (e pronti al bis)

 
 

 ANDRO4 102 

roberto da firenze : con un cacciavite in mano fa miracoli

BENAZZI E DANIjpg

Daniela da Carpi e Alessandro la Guida

elvio dal lago di garda

elvio dal lago di garda (mai mangiato gnocchi così)

pierluigi dal mugello

pierluigi dal mugello (guida escursionistica)

 Durante la stagione estiva, all’incirca da metà giugno a metà settembre, il rifugio è aperto con presenza continua di un  gestore e si garantisce servizio completo con ospitalità, ristorazione, punto informativo. Nei restanti mesi la struttura viene data in autogestione con consegna chiavi ; per i gruppi può essere concordata l’apertura con gestore e servizio di ristorazione.

 

GHIROVAGANDO IN BREVE
L’associazione Ghirovagando punta a fare del Rifugio un luogo di aggregazione e di cultura, di sensibilizzazione ai temi della natura e del camminare.
In particolare si propone di:
  • creare occasioni di aggregazione tra le persone, offrendo esperienze di immersione nella natura
  • promuovere benessere, inteso in maniera complessiva, olistica, curando in modo particolare la cucina biologica con filiera corta, sostenendo il più possibile la produzione locale e contemporaneamente educando le persone al consumo critico, alla riscoperta della sobrietà e del risparmio energetico
  • diffondere la cultura del camminare e forme di turismo più responsabili, sostenibili, etiche, che rispettino le popolazioni locali e l’ambiente, che contribuiscano a creare una cultura di solidarietà e di accettazione valorizzando il territorio e la cultura locale
  • effettuare educazione ambientale in senso lato, anche coinvolgendo o proponendo progetti alle scuole e agli Enti Pubblici
  • avere attenzione alla disabilità e ad ogni forma di integrazione sociale